Quando preoccuparsi dell'invecchiamento?

23 Set 2021

invecchiamento

Scopri come prevenire e attenuare i segni dell'invecchiamento con una corretta alimentazione e trattamenti di medicina estetica non invasivi.

Ammettiamolo: a nessuno, in fondo, piace invecchiare. L’età ti fa certo acquisire una personalità più forte e determinata, che in fondo beh, non ci dispiace. Ma le rughe di espressione, la grana della pelle meno liscia, i pori dilatati, la pelle meno luminosa, sono tutti segni del tempo che non ci fa piacere vedere sul nostro volto riflesso allo specchio. L’invecchiamento è un processo graduale, ma che non si può evitare. I segni però si possono prevenire e si possono attenuare, attraverso un’alimentazione e uno stile di vita sano, insieme ad un corretto skin care quotidiano. Una dieta ricca di vitamine e antiossidanti, ad esempio, aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi, molecole considerate tra le principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. È per questo che si raccomanda di mettere in tavola frutta e verdura di stagione: sono tra i cibi più ricchi di queste preziose sostanze. Abbiamo chiesto alla Dr.ssa Fiorella Donati, medico specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva, di farci un focus sull’invecchiamento.

“L’invecchiamento – ahimè – comincia molto presto. Cosa significa invecchiamento: sappiamo che alcuni meccanismi di riparazione della pelle non sono più efficienti, già a partire dai 25-28 anni”. Quello a cui fa riferimento la Dr.ssa Donati è il processo biologico di produzione del collagene. Il collagene è una proteina chiave nel processo di invecchiamento. Viene prodotto dai fibroblasti del derma, il tessuto connettivo dell’epidermide. Insieme all’elastina forma una rete solida e stabile a sostengo dell’epidermide, all’interno della quale si insinua una matrice gelatinosa formata da acido ialuronico e acqua. L’acido ialuronico dona alla pelle idratazione profonda e sostiene i volumi del volto. Con l’invecchiamento l’organismo produce queste molecole in quantità minori, e così iniziano a comparire rughe ed altri segni dell’invecchiamento. A discutere di invecchiamento insieme alla Dr.ssa Donati ci sono due splendide ragazze, Valentina Vignali e Catherine Poulain. Entrambe giovanissime, la prima è una sportiva e la seconda una dj laureata in Relazioni Internazionali, entrambe sono anche modelle e molto attive sui social. “Per fortuna i tempi oggi sono cambiati. Quando io studiavo medicina, all’esame di ginecologia studiavamo per quanto riguarda la gravidanza che una donna a 28 anni era già una primipara attempata, cioè vuol dire che era già vecchia. Pensate che la facoltà di Medicina dura 6 anni, più la specializzazione, devi considerare che esci che sei già vecchia! Con le mie amiche mi ricordo che dicevamo "su ragazze, andiamo a casa e facciamo un figlio!". Oggi invece facciamo figli a 42-43 anni, per cui la vita è cambiata. Anche il concetto di invecchiamento: una volta le donne erano già vecchie a 40 anni, oggi no: guardate ad esempio Jane Fonda, ha fatto tanta chirurgia estetica ma ha 84 anni ancora una bellissima donna, lavora, piena di vita. Sono cambiati i tempi, l’invecchiamento è una cosa diversa, si può prevenire”. La Dr.ssa Donati è uno di quei chirurghi estetici che crede molto nella prevenzione, per quanto riguarda alimentazione, vita sana, e trattamenti di medicina estetica non invasivi. “La prevenzione si può iniziare già a 25-30 anni, anche a 21. Ad esempio, se mi arriva una ragazza con un viso, che vuoi per famiglia o altro, ha dei segni importanti d’invecchiamento prima si comincia e più bello è il risultato. Non stiamo parlando di cambiare viso ma di prevenire, di curare e non di cambiarsi”. Alla medicina estetica ci si può avvicinare a qualsiasi età, ma la prevenzione si dovrebbe iniziare già da giovanissime con dei piccoli accorgimenti. Ad esempio, evitare di prendere il sole senza protezione e scottarsi è un comportamento che a 18 anni si fa senza pensieri, ma che poi con il tempo si paga. Anche l’effetto yo-yo della dieta, ossia ingrassare tanto poi dimagrire tanto, non fa bene alla pelle. Quando si cresce, ci sarà una maggiore predisposizione a mostrare lassità cutanea. Per prevenire e attenuare i segni dell’invecchiamento sono quindi importanti alimentazione sana e skin care quotidiano, mantenere un peso equilibrato anche attraverso lo sport, e quando compaiono i primi segni, oppure se si ha una familiarità per qualcosa, una volta l’anno o anno e mezzo si può effettivamente fare un trattamento di medicina estetica non invasivo per mantenere luminosità e freschezza del volto.

 

 

Sei un medico estetico?

SCOPRI MERZ CARE! OGNI GIORNO SIAMO AL TUO FIANCO CON SERVIZI ESCLUSIVI PER LA TUA PROFESSIONE: CONTATTA I NOSTRI ESPERTI.

Lunedì - Venerdì dalle 8.30 alle 21.00

BENVENUTO NEL SITO MERZ AESTHETICS ITALIA

SEI UN OPERATORE SANITARIO?

SI, SONO UN OPERATORE SANITARIO

NO