Peeling viso: il trattamento per preservare la bellezza della pelle

La pelle del viso è la parte più esposta all’ambiente esterno. Basse temperature,  radiazioni UVA e UVB derivanti dall’esposizione al sole, fattori atmosferici inquinanti possono nel tempo danneggiare la pelle del viso, rendendola più secca e più sensibile. La texture della pelle non appare più liscia e compatta come dovrebbe essere.

La qualità del tessuto cutaneo si perde anche a causa dei segni del tempo. Con l’avanzare dell’età anagrafica molti processi biologici rallentano, tra questi la produzione di collagene ed elastina. Queste due proteine fibrose prodotte dai fibroblasti rappresentano una vera e propria “impalcatura” per l’epidermide mantenendone compattezza ed elasticità.
Già intorno ai 25-28 anni di età, i fibroblasti iniziano a rallentare la produzione di collagene ed elastina, e questo porta nel tempo ad avere un deficit di riserve. Si arriva ad un punto tale per cui non ci sono molecole di nuova formazione sufficienti a sostituire quelle vecchie, le quali vengono degradate da parte dell’organismo.
Ecco quindi che iniziano a comparire i primi segni dell’invecchiamento: le rughe di espressione,  la disidratazione e l’assottigliamento dell’epidermide, la comparsa di lassità cutanea con un cedimento dei tessuti. La pelle non è più liscia, diventa più sensibile e ruvida, segnata da rughe e pori dilatati .

Il peeling è un trattamento efficace e apprezzato che ci offre la medicina estetica per preservare la bellezza della pelle ridonando al viso freschezza e luminosità. L’effetto principale è stimolare il turnover cellulare grazie ad un’azione esfoliante che aiuta ad eliminare le cellule morte superficiali favorendo la rigenerazione degli strati sottostanti.

Recentemente la Ricerca e Sviluppo in questo specifico settore ha messo a disposizione un nuovo preparato con formulazione bifasica, che associa una componente lipofila stabilizzante, protettiva e veicolante delle sostanze attive ad una fase idrofila con azione biorivitalizzante, esfoliante, antiossidante e antirughe.
Questo nuovo peeling è pensato sia per viso, collo e decolleté sia per alcune aree del corpo come gomiti, ginocchia, addome. Il protocollo di trattamento prevede una seduta ogni 2-3 settimane per circa 4-6 sedute, a seconda della scelta del medico, del tipo di paziente e dell’area da trattare.

Per saperne di più Valeria Panuccio, Direttore Marketing di Merz per la divisione di Medicina Estetica, ha intervistato il Dr. Maurizio Cavallini, chirurgo plastico di Milano, profondo conoscitore del mondo dei peeling.

Perché inserire un peeling all’interno dei protocolli di trattamento di medicina estetica per le pazienti?

Il peeling è un trattamento importante perché si prende carico di quella che è la texture cutanea, quindi miglioramento della luminosità e della levigatezza della pelle, che si deve integrare nelle correzioni di volumi e di profili fatti poi con acido ialuronico e altre procedure.

Perché  scegliere un peeling con tecnologia bifasica rispetto ad un peeling tradizionale?

Sicuramente il vantaggio è di avere più composti all’interno della stessa preparazione, che comprendono sia sostanze idratanti, sia sostanze esfolianti, ma anche sostanze rivitalizzanti, quindi la possibilità di unire alla funzione di peeling classica anche quella di biorivitalizzazione è un plus indiscutibile.

È possibile associare il peeling ad altri trattamenti di medicina estetica (tossina botulinica, filler, radiofrequenza o altri energy device)?

Sicuramente lo associo in un programma generalizzato a tutto ciò che hai nominato, compresa la luce pulsata, laser, laser Co2, ecc.. perché è un trattamento che completa un ciclo completo di presa in carico del paziente e si sposa bene anche alle tempistiche che vanno rispettate, con gli altri prodotti.

Quali sono le caratteristiche principali di un peeling bifasico e i vantaggi per la tua paziente?

Sicuramente il primo beneficio è la non invasività perché non richiede iniezioni ed è quindi molto ben tollerato dalla paziente; la seconda caratteristica è l’azione combinata esfoliante esercitata dall’acido tricloroacetico e quella rivitalizzante esercitata dalla presenza delle vitamine, degli amminoacidi e degli altri componenti, che consentono un doppio trattamento e quindi un doppio beneficio. La terza è la possibilità della ripetitività del trattamento, sia in una fase di ciclo acuto iniziale di una seduta ogni tre settimane, ma poi proseguito con una cadenza fissa di scarso impegno ma di ottimo risultato.

 

 

Sei un medico estetico?

SCOPRI MERZ CARE! OGNI GIORNO SIAMO AL TUO FIANCO CON SERVIZI ESCLUSIVI PER LA TUA PROFESSIONE: CONTATTA I NOSTRI ESPERTI.

Lunedì - Venerdì dalle 8.30 alle 21.00

BENVENUTO NEL SITO MERZ AESTHETICS ITALIA

SEI UN OPERATORE SANITARIO?

SI, SONO UN OPERATORE SANITARIO

NO