Il trattamento peeling per il corpo

peeling corpo

Trattamento peeling corpo: benefici, formulazione e utilizzo dei peeling per una pelle luminosa e ringiovanita.

Il trattamento peeling per il corpo aiuta ad eliminare le cellule morte superficiali e stimola il rinnovamento cellulare. La pelle dopo il peeling appare più levigata, fresca e luminosa. Esistono peeling specifici per il trattamento di viso e corpo. Nel caso del peeling bifasico ciò che li differenzia è la concentrazione di acido tricloroacetico, che nella formulazione corpo è più alta. L’acido tricloroacetico è utilizzato per il trattamento di iperpigmentazioni cutanee, cicatrici da acne e più in generale per l’invecchiamento cutaneo fotoindotto. Pertanto, la sua applicazione su aree del corpo in cui sono presenti tali inestetismi aiuta a migliorarne l’aspetto e ad eliminarne i segni.

Entrambi i trattamenti, sia il peeling viso, che il peeling corpo vanno eseguiti in ambito ambulatoriale da personale medico specializzato.

Il trattamento peeling per il corpo è particolarmente indicato nei cambi di stagione. In primavera è molto utile per illuminare la pelle e prepararla all’abbronzatura. Se la pelle è liscia e levigata attraverso l’esposizione al sole si otterrà un colorito dorato più uniforme ed omogeneo, riducendo il rischio di rossori e formazione di macchie.

Dopo la stagione invernale la pelle appare spesso più secca e disidratata, sia per quanto riguarda il viso e sia per il corpo. Il viso risente senza dubbio maggiormente delle basse temperature, perché è continuamente esposto agli agenti atmosferici. Il corpo nella stagione fredda è coperto, ma molto probabilmente anche per quel motivo viene più trascurato, perché si tende a prestare molta meno attenzione al suo aspetto rispetto a quanto avviene invece per il viso, che è sempre in primo piano.

Quando però arriva la stagione calda e si iniziano a scoprire addome, braccia e gambe ci si rende subito conto di quella mancanza di attenzioni della stagione invernale. La pelle appare secca e spenta: spesso, anche applicando la crema idratante dopo la doccia, passate un paio d’ore la pelle è di nuovo secca. Complice anche l’idratazione interna, perché con l’aumento delle temperature si deve necessariamente bere di più per mantenere il corretto bilancio idrico dell’organismo, cosa che ovviamente si ripercuote e si evidenzia subito anche a livello del tessuto cutaneo.

Spesso la prima volta che ci si espone al sole - magari un’oretta non programmata in una giornata primaverile molto calda – il colorito non è mai uniforme, ma spesso arrossato o a macchie. Questo dipende anche dal fatto che la pelle non è pronta: sicuramente sarebbe stato meglio fare nelle settimane precedenti uno scrub esfoliante, per levigare la pelle eliminando lo strato di cellule morte superficiali.

Il passo successivo allo scrub è proprio il peeling: parliamo sempre di un’esfoliazione, ma più profonda. Lo scrub, quando eseguito con regolarità un paio di volte alla settimana, aiuta a rendere la pelle più liscia, levigata e luminosa. Il peeling invece, agendo più in profondità, oltre a quello stimola anche il rinnovamento cellulare. Stimolare il rinnovamento cellulare vuol dire anche attenuare molti inestetismi: rughe, macchie solari, cicatrici o smagliature. Grazie all’azione esfoliante profonda la pelle viene riossigenata ed acquista una nuova freschezza e luminosità.

Il peeling corpo può essere eseguito nelle zone più critiche, laddove effettivamente la pelle presenta degli inestetismi che possono essere efficacemente migliorati dal trattamento, ed ottenere quindi un miglioramento della qualità della pelle nel suo complesso e dell’aspetto del corpo in generale.

Perché fare un trattamento peeling corpo

È molto semplice intuire il motivo per il quale ci si sottopone ad un peeling viso. Il viso è la parte più esposta, il “biglietto da visita” di ognuno, per cui è molto importante anche a livello psicologico e sociale sentirsi in armonia con il suo aspetto.

Il peeling corpo è utile allo stesso modo per sentirsi bene e non avere il timore di scoprire delle parti del proprio corpo perché magari presentano degli inestetismi. Ci sono infatti delle zone che tendono a invecchiare prima, oppure delle altre che fanno più fatica a rimanere levigate ed idratate. Il peeling, andando a correggere questi inestetismi, altro non fa che uniformare la qualità del tessuto e migliorare l’aspetto e l’armonia del corpo nel suo complesso.

Vediamo di seguito quali sono i principali benefici che può apportare un trattamento peeling al corpo:

  • In primis, come abbiamo visto il peeling elimina le cellule morte dello strato superficiale della pelle, stimolando il rinnovamento cellulare negli strati sottostanti e rendendo la pelle più liscia, levigata e luminosa.
  • Il peeling senza dubbio ringiovanisce il corpo. Eliminando gli inestetismi dona alla pelle un aspetto più fresco e più giovane.
  • Il trattamento nutre la pelle, e nello stesso tempo la detossifica. Grazie alla sua formulazione (in particolare quelle dei peeling bifasici di ultima generazione) il peeling nutre e idrata il tessuto cutaneo liberando il corpo anche dalle tossine accumulate.
  • Il peeling migliora la circolazione, e di conseguenza riossigena la pelle.
  • Migliorando ossigenazione e circolazione sanguigna si stimola la rigenerazione cellulare e di conseguenza si migliora la cicatrizzazione. Il peeling migliora anche l’aspetto delle cicatrici esistenti, comprese le smagliature.
  • Se eseguito prima dell’estate e prima di esporsi al sole favorisce indubbiamente un’abbronzatura più omogenea e uniforme.

Formulazione e utilizzo dei peeling 

I peeling sono dei trattamenti chimici che utilizzano nella loro formulazione acidi quali l’acido tricloroacetico, piruvico, salicilico, glicolico, ecc. Questi esplicano un’azione esfoliante profonda che porta ad un processo di turnover cellulare stimolando anche nel derma la produzione di collagene ed elastina, molecole che riducono i segni l’invecchiamento cutaneo.

Il peeling può essere eseguito sul viso o sul corpo e può essere più superficiale o più profondo a seconda della sua formulazione. Il trattamento superficiale è in genere più utilizzato per eliminare piccole cicatrici da acne o da varicella, macchie della pelle e rughe superficiali. Il peeling profondo è invece più indicato per l’eliminazione di cicatrici e rughe più marcate.

Per un effetto ringiovanente il peeling può essere combinato con altri trattamenti, quali ad esempio filler a base di acido ialuronico o idrossiapatite di calcio.

Le differenze tra peeling bifasici e monofasici

I peeling bifasici sono caratterizzati dall’aggiunta di complessi funzionali come amminoacidi e vitamine all’acido di base, generalmente un acido molto potente come quello tricloroacetico (TCA), presente anche e spesso nei peeling monofasici. I complessi funzionali permettono di stabilizzare il TCA che è un acido altamente aggressivo, e di conseguenza minimizzare gli effetti avversi.

Questi peeling hanno quindi certamente un effetto esfoliante e desquamante come i monofasici, ma a quello uniscono anche e soprattutto un effetto biorivitalizzante. L’azione esfoliante determina un aumento del turnover cellulare, e allo stesso tempo amminoacidi e vitamine scatenano tutta una serie di processi di rigenerazione cellulare.

Utilizzando i peeling bifasici migliorano quindi sia i risultati e sia tutti gli eventuali effetti post trattamento.

 

Per saperne di più, entra nella sezione Prodotti. 

 

INSTAGRAM

Sei un medico estetico?

SCOPRI MERZ CARE! OGNI GIORNO SIAMO AL TUO FIANCO CON SERVIZI ESCLUSIVI PER LA TUA PROFESSIONE: CONTATTA I NOSTRI ESPERTI.

Lunedì - Venerdì dalle 8.30 alle 21.00

BENVENUTO NEL SITO MERZ AESTHETICS ITALIA

SEI UN OPERATORE SANITARIO?

SI, SONO UN OPERATORE SANITARIO

NO